SARDEGNA DREAMING

  Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 95
                                    Visualizza tour della Sardegna in una mappa di dimensioni maggiori

4 SETTEMBRE

Eccoci... il giorno prima della partenza (della serie last minute) iniziano i preparativi per il viaggio. La pioggia continua a scendere, incessante...noi dovremmo partire oggi??? Siamo indecisi. Il traghetto salpa domani mattina alle 10.00: partiamo ora per passare una notte a Pavia da Ariele (e spezzare il nostro viaggio in autostrada ) o partiamo domani (tirata fino a Genova)?

Piove ma la voglia di partire è tanta : OPTIAMO PER OGGI.

Tutto il resto è acqua, acqua e ancora acqua... CHE SFIGA!



5 SETTEMBRE
SAM_1565

Dopo la lavata di ieri sera, nulla ci spaventa; ore 5.30 la sveglia, colazione con brioches e cappuccino e alle 8.00 siamo al porto per imbarcarci sul traghetto.

ALL'ARREMBAGGIO... destinazione Sardegna – Porto Torres.

Il viaggio è lungo, ne approfittiamo per prendere un po' di tintarella.

Sbarchiamo alle 21.00, abbiamo già prenotato la sistemazione per la notte: il Leonardo Da Vinci B&B.

Tonino ci accoglie gentilmente e ci mostra la nostra stanza: grande, pulita e spaziosa, con il suo bagno privato e un corridoio che conduce alla cucina dove possiamo prepararci la colazione domattina. Il frigorifero è ben fornito, possiamo prendere ciò che ci va senza problemi!

Dopo esserci sistemati e docciati, usciamo per gustarci un po' la Sardegna in tavola.

Passeggiando per le vie del centro, ci ritroviamo davanti alla suggestiva Basilica di San Gavino Martire, in stile romanico. Di grande effetto l'illuminazione notturna!!!

Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 30Poco più in là, attirati dal vociare dei clienti, scorgiamo un grazioso ristorantino ai piedi della scalinata che conduce alla Basilica.

Tavolini all'esterno, candele, personale molto cordiale... non resistiamo e ci fermiamo per un piatto di tagliatelle ai crostacei: SPETTACOLO.

Un bicchierino di Mirto e si va a dormire – letto & materasso saranno solo ricordi per il resto della vacanza.


6 SETTEMBRE
Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 33

Dopo l'ottima colazione, di prima mattina salutiamo Porto Torres e saltiamo in sella.

Apri tutto e via.. fino a Stintino, una bella citttadina sul mare, distante pochi kilometri dalla splendida spiaggia "La Pelosa" – da cui si vede la costa dell'Asinara.

Per fare un bagno nelle acque cristalline che caratterizzano questo luogo è consigliabile la mattina (il più presto possibile) perché già dopo le 10.00 la spiaggia diventa un carnaio, troppo affollata da automobilisti innervositi che faticano a trovare parcheggio.

NON CI PIACE quindi ripartiamo, percorrendo un tratto di strada tutta curve nell'entroterra.

Si va verso Alghero.

Eccoci nella "Barceloneta", così è soprannominata Alghero! Infatti camminando per il centro storico si respira l'aria di Catalunya, sembra di perdersi nei "barrios" della città spagnola.

Oltre alle bellezze architettoniche, tra cui i bastioni che si incontrano lungo la passeggiata in riva al mare, della dominazione aragonese la città conserva ancora l'uso della lingua catalana.

SAM_1592Facciamo uno spuntino e ripartiamo per percorrere uno dei tratti di strada più raccomandati ai motociclisti: la Alghero – Bosa, Strada Provinciale 105.

Sono 46 km di curve tra la costa rocciosa a picco sul mare, immersi nei profumi della macchia mediterranea, godetevela... perché non c'è tempo per le foto. TUTTE MOSSE ... AZZ!


La strada arriva fino a Bosa, situata ai piedi del colle su cui svetta il castello di Serravalle ( Castello Malaspina).

Le casette colorate di Bosa si affacciano su un lungo canale che scorre fino al mare (Bosa Marina), sotto l'ombra di alte palme – quasi STILE MIAMI!

Siamo instancabili e continuiamo il Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 9nostro viaggio, la meta è un camping nella penisola del Sinis (provincia di Oristano) dove abbiamo appuntamento con i nostri amici Rita e Flavio, anche loro in viaggio per la terra sarda.

Verso sera arriviamo al campeggio, proprio a pochi passi dalla Spiaggia del Riso.

Con i nostri amici usciamo per una cena a base di pesce, torniamo in tenda... siamo a pezzi! il suolo non è un problema, tempo zero e siamo nel mondo dei sogni.


7 SETTEMBRE

SAM_1638Il mattino dopo ci svegliamo per andare ancora qualche ora in spiaggia, che è deserta... ci facciamo un bagno rinfrescante e un po' di massaggi con la sabbia!

Verso l'ora di pranzo, dopo uno spuntino, prendiamo la moto, finalmente libera da tutti i bauli, che abbiamo lasciato nella tenda e approfittiamo per fare un giro nella penisola del Sinis.

La carrozzeria arancione fiammante riflette il caldo sole mentre sfrecciamo tra gli stagni della laguna, nei pressi di Cabras; qui è facile incontrare gli stormi di fenicotteri rosa e numerosi altri uccelli acquatici, attratti dai pesci che popolano queste zone lacustri. Ad esempio, il muggine, l' anguilla e la bottarga che, come abbiamo notato al ristorante, rivestono grande importanza per la gastronomia locale.

SAM_1641Percorriamo qualche kilometro e incrociamo dei cartelli che segnalano la presenza di diversi villaggi nuragici e della città di Tharros, un antico scalo commerciale fondato dai Fenici alla fine del VIII secolo A.C.. Incuriositi, ci dirigiamo verso il sito archeologico che sorge ai piedi della torre di San Giovanni; si scorgono ancora le vie principali della città, gli acquedotti e diversi edifici: si respira un atmosfera d'altri tempi.


Tornando alla moto, ritorniamo alla realtà solo quando due simpatici signori ci chiedono una mano per richiudere la loro tenda 2 seconds... è un casino... dopo 10 minuti abbiamo raggiunto un volume accettabile per farla entrare nel baule della macchina. Salutiamo ridendo e, quasi sciolti dalla temperatura insopportabile, corriamo verso la moto per rimontare in sella e sentire quella brezza piacevole che ti fa sopportare la tuta in pelle nera anche in una giornata estiva nell'ora del melanoma.

Torniamo in campeggio, smontiamo la tenda e ricarichiamo i bagagli sulla moto, che è ritornata in versione da soma. POVERA! Si riparte per scoprire nuovi incantevoli angoli di Sardegna.

Passando per Oristano, seguiamo verso sud per Iglesias. La strada statale 126 abbandona la costa per attraversare diversi paesi nell'entroterra, quante pecorelle!!

Questo tratto, tutto dritto è un po' una GOPR0382
ROTTURA... finalmente vediamo una strada che poco prima di Fluminimaggiore sale sulle alture in direzione Portixeddu. Neanche il tempo di consultarci, mi aggrappo forte perchè siamo già in piega sui tornanti!!

Le rocce rosse della montagna, testimoniano la ricchezza mineraria di queste zone, dove in passato funzionavano numerose miniere.

Ci sistemiamo in un "campeggio" piuttosto isolato, nascosto tra la vegetazione: la reception è una vecchia roulotte dove il proprietario, anche lui motociclista, ci riceve per la sistemazione. Un po' perplessi, ci fermiamo.. anche perché non c'è alternativa.

Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 49Non sappiamo esattamente dove siamo ma ci piace, scarichiamo i bagagli e partiamo per un giretto di perlustrazione dei dintorni. Scorgiamo un piccolo paesino, con un tratto di costa sabbiosa bellissima e deserta, poi ci dirigiamo a Buggerru per trovare un bancomat e un negozietto di alimentari. Compriamo dei panini, dell'affettato e un po' di Dolce Sardo e torniamo indietro per il pic nic a Capo Pecora: il tramonto ci regala un panorama incantevole, non ci sono parole per descrivere questa serata.

8 SETTEMBRE

Doccia mattutina e colazione con i panini e la nutella, poi salutiamo questo campeggio caratteristico, dove abbiamo incontrato altre coppie di motociclisti, e ripartiamo verso Carbonia-Iglesias.

Lungo il percorso dove la Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 53costa è prevalentemente alta e rocciosa, ci sono diverse calette di spiaggia bianca raggiungibili con i veicoli, ne visitiamo una ma non ci fermiamo perché puntualmente c'è il parcheggiatore che ti chiede i soldi per la sosta! Sono dappertutto!

Lunghi tratti di strada sono circondati dalla terra arsa dagli incendi, lo scenario è surreale: sono rimasti solo alcuni arbusti anneriti!


Raggiungiamo Iglesias e dopo un giretto veloce della città, ci spostiamo in direzione Sant'Antioco.

Facciamo benzina in città al distributore chiuso: l'erogatore non funziona e ci rilascia lo scontrino per il rimborso. Peccato che il benzinaio sarà in ferie fino al 10 settembre!! OCCHIOOOO LA PROX VOLTA!

Ripartiamo verso Calasetta, dove abbiamo trovato un villaggio-camping per trascorrere la notte.

Il posto sembra abbandonato, in realtà è molto carino ma non c'è personale, non ci sono turisti!

Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 55Approfittiamo di un'offerta e ci concediamo una notte in un bungalow (piantare la tenda costava solo pochi € in meno) visto che oggi abbiamo fatto molti km....dormiremo su un materasso!

È un po' tardi ma visitiamo la graziosa cittadina alla ricerca di un mercato del pesce, nei pressi del porto dal quale partono i traghetti per l'isola di Carloforte. Trovato! Facciamo un po' di spesa: vongole, spaghetti, prezzemolo e una bella bottiglia di vino bianco locale. Il mio chef mi preparerà un bel piattino visto che nel bungalow c'è la cucina!





9 SETTEMBRE

Ci alziamo e salutiamo il materasso! Decidiamo di tornare verso Sant'Antioco e poi prendiamo in direzione Cagliari. Oggi è una giornata torrida e bisogna per forza accelerare un po' per respirare!!

Siamo quasi sciolti, quindi decidiamo di fare un bagno per riprenderci.

Ci fermiamo a Domus de Maria, raggiungiamo la spiaggia di Torre Chia, proprio adiacente all'omonimo campeggio e corriamo in mare!!!! IL CALDO CI STAVA DANDO ALLA TESTA... per non litigare raffreddiamo i bollenti spiriti con una nuotata e ci mangiamo un gelato al chioschetto!

PACE FATTA.

Dopo un' oretta e ripartiamo per Cagliari. Negli stagni che precedono la città ci sono stormi di fenicotteri rosa, ma la strada a veloce scorrimento non ci permette la sosta per ammirarli più da vicino.

EH SI.. siamo proprio nei Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 56pressi della città: infatti il traffico delle auto ci esaspera, quindi la superiamo senza fermarci.

Ci dirigiamo verso un campeggio a Villasimus: la Spiaggia del Riso e sistemiamo la nostra tenda.

La spiaggia non è molto grande, ma il mare è cristallino e facciamo qualche immersione armati di occhialini e GoPro, i pesci non hanno paura e si fanno riprendere! Mentre mi diverto alla scoperta dei fondali Albino come sempre fa la vedetta sulle spiagge, per ammirare le bellezze locali e non.

Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 16Verso sera decidiamo di andare nel paesino a pochi km per mangiare una pizza. Con grande sorpresa troviamo una festa di paese, le vie infatti sono piene di gente, negozi aperti, musica e canti tipici sardi. Bellissimo clima di allegria, ci lasciamo trasportare!! Incredibile... riusciamo anche a comprare, scrivere e spedire delle cartoline.





10 SETTEMBRE

L'indomani mi sveglio presto per una passeggiata fino al forte vicino al campeggio mentre il pilota riposa; faccio la spesa e gli porto la colazione in tenda!

Per questa giornata SAM_1721abbiamo deciso di cambiare scenario, un po' nostalgici delle nostre montagne, decidiamo di fare qualche piega sul Gennargentu! Prima però percorriamo un tratto sulla costa... Costa Rey, Capo Ferrato... OK un cartello ci annuncia: FINE ASFALTO. Impavidi non ci lasciamo intimorire e proseguiamo su uno sterrato. Siamo nella Sardegna più wild, non c'è traccia di un centro abitato e non c'è segnale per il cellulare...


Peccato che non si sia nemmeno molta benzina nel serbatoio.
AZZ. Sono preoccupata, ma Albino mi rassicura dicendo... "indietro non si può tornare perché non abbiamo abbastanza benzina". GRAZIE TESORO, davvero rincuorante. Quindi proseguiamo verso l'ignoto!

Le uniche auto provenienti nel senso contrario di marcia, sono prima due inglesi e poi una famiglia tedesca, direi che è stato imbarazzante chiedere loro le indicazioni! Ahahah.

Gli inglesi ci mandano sulla retta via, i tedeschi ci suggeriscono di svoltare, ma dopo il primo metro su una strada piena di buche... non ci fidiamo e seguiamo il nostro senso dell'orientamento PER FORTUNA!!! Ancora oggi mi chiedo perché quella famigliola ci abbia suggerito la via sbagliata. MAH.

Il serbatoio è agli sgoccioli, ma abbiamo imboccato una strada statale ASFALTATA che ci indica una stazione di rifornimento a pochi km. MENO MALE siamo tranquilli.

Eccociiii.... Benzina finalmente! Accostiamo e ci prepariamo per il rifornimento- ahahahah... peccato che la donna al distributore ci avvisa: SPIACENTI BENZINA ESAURITA. Eheheeh, risata isterica. eh? Ehhhhhh? Non è possibile. Deve essere la nostra giornata sfigata.

Montiamo in sella e proseguiamo fino al primo centro abitato Muravera, che per fortuna non dista molto e alla fine riempiamo il serbatoio. CHE EMOZIONE!

Dopo il piccolo imprevisto , proseguiamo nell'entroterra diretti verso le alture del Gennargentu, come avevamo pianificato.

Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 60Mai scelta fu più azzeccata, il panorama che ci offrono queste montagne è magico! Saliamo verso il passo Genna Silana a 1017m. La strada si arrampica tra i pascoli, ci sentiamo quasi a casa, sfrecciando tra le sue numerose curve.






OCCHIOOO
Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 61FRENAAAAAA oddioooooo gregge dietro la curva!Mi aggrappo forte e chiudo gli occhi, ma le pecore sono salve e il pastore non ci ha sparato..FIUUUUUUU.

Rallentiamo e scattiamo una foto, sembra di essere in Scozia! Ancora sorpresi dall'incontro, ci godiamo l'aria fresca della montagna...


.Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 65..quando una grossa e tozza sagoma che si accinge ad attraversare la strada, si fa sempre più vicina...ACCENDI LA GO PROOOOOOO!!!!È un porceddu sardo che indisturbato, scavalca il guardrail e si dirige verso l'altro lato del pascolo. Siamo senza parole, ce lo immaginiamo già sopra lo spiedo rotolante! GNAMM... MA poveri porceddi stanno così bene allo stato brado in questi prati, saltellano spensierati: sono il ritratto della felicità.

Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 19Arrivati in cima al passo, ci fermiamo e ci godiamo in silenzio lo spettacolo. Consultando la mappa, vediamo un campeggio a Cala Gonone quindi iniziamo la discesa diretti lì.

Arrivati al paesino, troviamo il campeggio che è a 4 stelle, con dei prezzi decisamente troppo alti per un posto tenda! Piuttosto per la stessa somma puntiamo un agriturismo poco distante, pregustando già il porceddu incontrato in mattinata! Saliamo lungo il versante, l'agriturismo è immerso nella macchia mediterranea ed è raggiungibile attraverso una strada sterrata,quindi procediamo con cautela. Ci accoglie una gentile signora che ci comunica che purtroppo sono al completo!

Siamo un po' delusi, stanchi e decisamente sfortunati ma non abbiamo scelta quindi procediamo lungo la costa verso nord.

Ci ricordiamo di un campeggio suggeritoci da Rita e Flavio, a Marina di Orosei, quindi ci mettiamo alla ricerca del posto.

Siccome non sono affidabile come navigatore, lascio la rotta al pilota che mi porta in riva al mare dove ci imbattiamo in un matrimonio. Suoniamo agli sposi e proseguiamo fino alla fine della strada, che si interrompe. Giriamo la moto e torniamo indietro, risalutiamo gli sposi e ci affidiamo al navigatore inserendo l'indirizzo esatto del campeggio. W LA TECNOLOGIA.

IMG356Il campeggio Cala Ginepro è incantevole, a due passi da una spiaggia bellissima; anche se è quasi buio, non resistiamo: ci vuole un tuffo dopo tutti questi kilometri, la giornata è stata intensa, ricca di emozioni, quindi ci rilassiamo un po' IN AMMOLLO e non smettiamo di ridere pensando a tutte le avventure di oggi!




11 SETTEMBRE

Dopo la doccia calda mattutina, che visto che è gratis è ancora più piacevole, smontiamo la tenda in meno di TWO SECONDS (ormai siamo esperti) e sistemiamo i bagagli. Colazione con cornetto e cappuccino al bar del campeggio e si parte: direzione Isola dei Gabbiani, raccomandato da Rita ma soprattutto da Flavio. Ormai sono la nostra guida ufficiale per i campeggi della Sardegna!

Lungo il viaggio, Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 67facciamouna sosta per il picnic in spiaggia nei pressi di Budoni, dove ci fermiamo un paio d'ore. Poi ripartiamo alla volta della famosa Costa Smeralda e arriviamo fino a Porto Cervo. Proprio nel porto ci troviamo di fronte uno yacht con elicottero a bordo, a un mega resort 5 stelle con piscine ovunque, super lusso e comodità... WOW... Ma QUANTO è BELLA LA NOSTRA VACANZA a confronto?! Non c'è paragone!

Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 77Nel pomeriggio arriviamo al campeggio scelto che si trova su un isolotto collegato alla terraferma da una stretta striscia di spiaggia, nei pressi di Porto Pollo. Questa zona è molto frequentata dagli amanti del windsurf e del kite. Che location per un campeggio, davvero curiosa! Cerchiamo un posto riparato dal sole, anche se è difficile trovarne uno perché non ci sono dei veri e propri alberi, ma solo cespugli.

Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 21-1

Per fortuna la nostra piccola tenda si mette ovunque e troviamo un angolo perfetto per montarla,
ci buttiamo tutto dentro alla rinfusa e corriamo in spiaggia per goderci le ultime ore di sole, come hanno fatto le due ragazze in topless accanto a noi (per tutti i dettagli chiedere al pilota)!






SAM_1749Questa sera abbiamo
deciso di gustare la Sardegna in tavola: cosa c'è di meglio di un agriturismo? Ne troviamo uno poco distante dal nostro camping. È un po' presto, ma siamo affamati e ci fermiamo per la cena sotto il porticato del casolare. Le portate sono diverse e casalinghe, il posto è molto caratteristico,il prezzo contenuto. Molto buoni i salumi e i formaggi dell'antipasto; il tanto desiderato porceddu personalmente non mi è piaciuto molto, lo preferivo saltellante nei pascoli del Gennargentu, ma nel complesso SIAMO SODDISFATTI!

SATOLLI... torniamo nella nostra umile dimora e ripensando...chi alla bellezza di questi luoghi, chi alla bellezza delle curve di oggi....(Quali curve?! Ma se era tutta dritta?!...) ci addormentiamo sul nostro sacco a pelo, rigorosamente senza materassino: 1) per apprezzare ancora di più la terra sarda 2) perché non ci stava sulla moto. Ma principalmente per la prima ragione.

12 SETTEMBRE

Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 25Oh che buon riposo! Ripartiamo super carichi per completare il nostro giro dell'isola, partendo dalla prima tappa: Santa Teresa di Gallura. Dopo una visita al borgo, da cui partono i traghetti per la Corsica, che potrebbe essere una prossima meta dei nostri viaggi, proseguiamo lungo la litoranea per Castelsardo. In alcuni tratti la strada si allontana dalla costa di qualche chilometro e segue la pendenza delle dolci colline della Gallura.

Il paesino sorge su una rupe, la quale si affaccia sul Golfo dell'Asinara, nella parte più alta del borgo fortificato è ancora visibile il castello che oggi ospita un museo.

Ci siamo, mancano pochi chilometri per raggiungere Porto Torres, da cui siamo partiti una settimana fa, tuttavia abbiamo deciso di tornare verso il campeggio per non trascorrere tutta la giornata in viaggio dato che sarà la nostra ultima serata qui. Il giro è completato.

Sulla strada del ritorno ci fermiamo in Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 74una spiaggia poco frequentata, cui si accede attraverso la pineta, per un tuffo.

Arriviamo a Porto Pollo nel tardo pomeriggio e ci fermiamo in un bar sulla spiaggia per un aperitivo, osservando le acrobazie di un kitesurfer. Che relax! Tornati in campeggio, decidiamo di fare due passi in esplorazione dell'isolotto. Scopriamo una parte abbandonata, ricca di grandi rocce di granito che il vento ha scolpito creando delle vere e proprie sculture! I colori del tramonto fanno da cornice perfetta per quest'opera della natura, scattiamo qualche foto insieme prima di cena. Ultima notte in tenda! SIGH

                      Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 81

13 SETTEMBRE

Ormai conosciamo la nostra tenda come le nostre tasche e riporla è un gioco da ragazzi! In poco tempo siamo già in viaggio: oggi abbiamo puntato un altro passo, perché di coste e spiagge bellissime ne abbiamo viste molte, ma l'entroterra è altrettanto affascinante.

Partiamo diretti al Passo Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 86Limbara, seguiamo il tratto di strada costeggiato dalle piante di sughero e ad un tratto troviamo una piazzola piena di gente che riempie bottiglie presso una fontanella. Si tratta di una Fonte (???) da cui scorre acqua freschissima e portentosa a quanto dice un signore del luogo. Beviamo un po' e ripartiamo, più carichi di prima.




Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 88Alla discesa dal passo del limbara, nella pianura di fronte a noi, ci appare un grande lago.
Ci fermiamo sulle rive del lago di Coghinas e all'ombra di un sughero, consumiamo il nostro pranzo al sacco.La prossima meta è Olbia perché questa sera alle 22.00 parte il traghetto del ritorno. Arriviamo in città verso le 16.00: abbiamo ancora tempo per andare in spiaggia qualche ora quindi ci fermiamo fuori città, a Pittulongu.


Di fronte a noi si erge SAM_1853l'isola di Tavolara, che ha una storia veramente curiosa.

Passiamo le ultime ore a documentarci sul regno più piccolo del mondo e sulla dinastia dei Bertoleoni. Si narra che nel museo di Buckingham Palace, a Londra, sia conservata la foto della famiglia reale di Tavolara, all'interno della collezione di ritratti delle famiglie reali di tutto il mondo, con la dicitura: «La famiglia reale di Tavolara, nel golfo di Terranova Pausania, il più piccolo regno del mondo». CHE STORIAAAAAA

...poche righe più tardi...

Non risulta, tuttavia, esistere alcun museo con tale denominazione.

Proprio adesso che la storia si faceva più interessante! NOOOO... torniamo alla realtà perché dobbiamo raggiungere il porto e imbarcarci.

Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 27Incredibile la quantità di motociclisti che incontriamo all'imbarco: la maggior parte è tedesca. Osserviamo le altre moto cercando di capire il carattere dei loro proprietari, divertendoci ad immaginare la loro storia e il loro viaggio: ci sono donne uomini giovani e non più giovani... tante persone così diverse ma tutte unite dalla stessa passione!




CIAO SARDEGNA, torneremo sicuramente a trovarti.

14 SETTEMBRE

Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 28Dopo la nottata sul ponte, sempre con il nostro fedele sacco a pelo. Sbarchiamo in mattinata a Genova e rientriamo in Valtellina. La vacanza che abbiamo tanto sognato finalmente è arrivata, superando ogni aspettativa e coinvolgendo tutti 5 i sensi: abbiamo visto posti meravigliosi e sentito il suono delle onde, apprezzato la brezza profumata della macchia mediterranea e gustato la buona cucina. NON POTEVAMO CHIEDERE DI MEGLIO DALLA SARDEGNA IN MOTO.

                RAGAZZI UN CONSIGLIO: ANDATECI!!!!!

            Tour della Sardegna - valtellinainmoto.it 18

Phoca Facebook Comments

Share on Myspace

Seguici su Youtube

Condividi questo articolo con i tuoi amici


Powered by DEBS Consultores

Utenti online

Nessuno